News

Viareggio erba alta e degrado: così è ridotto lo stadio dei Pini

Pubblicato il

di Simone Dinelli
16/giugno/’19

VIAREGGIO Maglia da gioco e calzettoni rossi, pantaloncini bianchi e un pallone fra i piedi, seminascosto dall’età altissima di quello che fino a 14 mesi fa era il terreno di gioco di uno dei tornei di calcio giovanile più importanti del mondo. Questa la modalità scelta da un cittadino di Viareggio – e immortalata in una foto – per denunciare lo stato di degrado in cui versa oggi lo stadio dei Pini, sede fino allo scorso anno della Viareggio Cup di calcio giovanile nonché delle partite interne della locale squadra. L’impianto era stato chiuso nella primavera del 2018 al termine del campionato di Serie D del Viareggio, perché non più in regola dal punto di vista della sicurezza strutturale, e da allora non è più stato riaperto.

Nei mesi scorsi il Cgc – la società che organizza la Viareggio Cup – aveva lavorato egualmente alla risistemazione del manto erboso, sperando che lo stadio potesse essere di nuovo fruibile per l’edizione 2019 del torneo, ma la commissione di vigilanza ha detto di no e il patron del torneo Alessandro Palagiano si è visto costretto a trasferire in extremis a La Spezia tutte le partite della Viareggio Cup previste inizialmente allo stadio dei Pini. Con l’arrivo della bella stagione l’erba del campo e cresciuta rigogliosa, senza che nessuno abbia provveduto a tagliarla, a tal punto da rendere quasi irriconoscibile quel terreno di gioco calcato in età giovanile da alcuni dei più grandi calciatori di tutti i tempi.