Monito agli addetti per un settore decisamente in crescita, almeno fuori i nostri confini

  • admin 

 

 

 

 

 

 

 

Market and salaries of the English groundsman 

Le fasce salariali base nazionali raccomandate dalla GMA (già IOG) per il 2018 sono:

Responsabile dei terreni
£ 34,909- £ 54,079

Responsabile
groundsperson £ 29,773- £ 40,863

Vicecapo groundsperson / unico incarico
£ 24.358- £ 31.088

Groundsperson (esperto)
£ 22,779- £ 29,059

Groundsperson
£ 18,250- £ 23,281

Groundsperson junior £ 15,517 (Età 17)
Groundsperson junior £ 12.886 (Età 16).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                    (fonte: Myriad research)

 

E’ da notare come in Uk vengono presi molto in considerazione per tale promettente professione gli under/16, i giovani promettenti che tramandano una cultura del verde sportivo sempre in evoluzione, da più di 60 anni; e non si tratta come spesso mi sento rispondere qui in Italia, dai budget differenti che i clubs inglesi mettono a disposizione e che noi non abbiamo (balle!!), quanto il credere che dietro i groundsmans e il loro lavoro, si muove un mercato fatto di macchinari sempre più avanzati, nuove tecnologie dove oramai vige il software, ricerche dei prodotti e servizi sempre più alla portata di clubs delle varie categorie con un occhio di riguardo ai prodotti rispettosi dell’ambiente, eventi internazionali movimento interesse turismo, oltre che avere così sempre dei campi sportivi che rispettino la sicurezza e performance degli atleti e il gioco stesso.

Poi abbiamo head groundsman che lavorano nei clubs inglesi francesi e spagnoli più noti i quali vanno fuori le regole, con stipendi da capogiro dove esiste un mercato come hanno gli stessi calciatori fuoriclasse, merito sicuramente di un grande loro lavoro, i quali curano ogni minimo dettaglio. Faccio un es: lo stesso Ronaldo che a Torino non segna più tanto con le sue punizioni fuori area, sua specialità nel Real Madrid, forse è da imputare al grande lavoro del groundsman inglese che a Torino non c’è.

Il budget va creato e ricercato, così una volta prodotto ottenere quella lungimiranza per quel determinato settore, fatto di investimenti ad un patrimonio culturale (segui link), con interventi mirati tra aziende scuole federazioni e pubbliche amministrazioni, che incoraggino così facendo i nostri giovani patrimonio del nostro futuro, nel credere che si può fare molto meglio e che in Italia ad oggi non siamo ancora riusciti a scoprire neanche la punta dell’iceberg in tale settore sportivo, ma anche economico per dirla tutta, privo di trasparenza per coprire sotterfugi di certo non di bene comune, ma che allo stesso tempo stagnano un mercato che potrebbe decollare, toccando temi come forza lavoro, recupero di impianti sportivi in degrado, uno scambio tra sport e turismo necessario in questo delicato momento, come sta accadendo in Paesi a noi vicini.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *